fbpx

Non si può gestire e controllare ciò che non si può analizzare e misurare. Questo è uno dei nostri elementi differenzianti rispetto alle realtà di questo settore: siamo attenti al dettaglio, misuriamo e raccogliamo dati, prendiamo decisioni non solo su quello che ci viene detto in fase di colloquio iniziale, ma anche sui dati che rileviamo. Tutto questo ci dà la possibilità di limitare gli errori al minimo e puntare dritti al risultato.

certificate

Bioimpedenziometria

La tecnica BIA (Bioelectrical Impedance Analysis) è basata sul principio che tutte le strutture biologiche si comportano come conduttori, semiconduttori o dielettrici (isolanti). Le soluzioni elettrolitiche intra- ed extra-cellulari dei tessuti magri (muscoli e organi) sono ottimi conduttori, mentre osso e grasso sono sostanze dielettriche, e non vengono attraversate dalle correnti utilizzate. Un analizzatore di impedenza misura l'impedenza e l'angolo di fase, da questi dati vengono ricavate le componenti che sono resistenza e reattanza. La prima è la resistenza delle sezioni intra- ed extra-cellulari che causano un'alterazione dell'ampiezza del segnale di ritorno. In altre parole è il parametro bioelettrico che indica la forza opposta dai fluidi presenti nel corpo al passaggio del segnale elettrico inviato dallo strumento e quindi una misura diretta del quantitativo di liquidi presenti nei tessuti corporei. La seconda è la resistenza cellulare che causa un ritardo temporale del segnale. In altre parole è il parametro che indica la forza opposta dalle membrane delle cellule al passaggio del segnale elettrico inviato dallo strumento e quindi una misura diretta del quantitativo di cellule sane presenti nei tessuti corporei. L'angolo di fase è il valore bioelettrico che indica il rapporto tra reattanza e resistenza, ovvero tra volumi intra- ed extra- cellulari. In altre parole è il parametro che permette di discriminare se i tessuti corporei sono ben idratati e ben nutriti o se, invece, le cellule stanno subendo degli insulti di qualche tipo e nei tessuti è presente edema e ritenzione idrica. È una tecnica molto importante quando si analizza e si condiziona la composizione corporea e la prestazione fisica del soggetto, perché indica in tempo reale la reazione del soggetto allo stimolo dato con l'allanamento e/o l'alimentazione. Leggi tutto...

certificate2

Ecografia tissutale depotenziata

Effettuata mediante ecografo funzionale con sonda da 2.5 MHz per la misura qualitativa e quantitativa dei tessuti. La sonda è di tipo bidirezionale con la parte centrale che emette il segnale e la parte esterna che riceve il segnale di ritorno. Con la sonda sono visibili solo le macrostrutture, non le singole cellule. Il segnale incontra diverse zone che nell'immagine sono visibili a seconda del colore o della luminosità. Questa tecnica permette quindi di discriminare lo spessore del tessuto adiposo sottocutaneo e del tessuto muscolare indicandone, attraverso la colorazione, il livello di funzionalità o disfunzionalità. È quindi di fondamentale importanza non solo quando si analizza e si condiziona la composizione corporea e la prestazione fisica del soggetto, ma anche quando è necessario analizzare un preciso distretto anatomo-funzionale, come nel caso di un soggetto che deve recuperare da un infortunio. Leggi tutto...

certificate

Spirotiger

Inventata all'università di Zurigo negli anni 90, la tecnica dell'iperpnea isocapnica (elevata frequenza respiratoria in ambiente con anidride carbonica costante) permette di allenare e condizionare la muscolatura respiratoria in modo analitico e specifico, senza la necessità di un allenamento di endurance strenuo e destrutturante. Lo strumento che consente questo tipo di allenamento, lo Spirotiger, è simile alla parte terminale di uno spirometro, in cui viene inserita una sacca con volume variabile. Lo strumento è caratterizzato da una valvola che permette di inspirare contemporaneamente ossigeno dall'ambiente esterno e anidride carbonica dalla sacca. Questa particolarità permette di mantenere nel sistema respiratorio un livello di anidride carbonica costante e consente al soggetto di prolungare la durata dell'iperventilazione senza il rischio della classica sintomatologia associata (capogiro e svenimento). È una tecnica fondamentale in molti campi dell'allenamento: viene utilizzata nel dimagrimento per i suoi importantissimi effetti sugli ormoni lipolitici, nel recupero funzionale e nella prestazione fisica per mantenere e/o migliorare la capacità di estrazione di ossigeno dai capillari polmonari (uno dei due parametri limitanti la massima capacità di utilizzo dell'ossigeno), nel condizionamento di alcune patologie del sistema respiratorio (asma e bpco in primis), nel riequilibrio posturale per gli enormi benefici sulla mobilità della colonna vertebrale, sul condizionamento del muscolo diaframma e della muscolatura addomino-pelvica. Leggi tutto...


certificate2

Telemetria

È un sistema di monitoraggio in tempo reale della frequenza cardiaca. La frequenza cardiaca è un parametro fondamentale di monitoraggio dell'allenamento: è l'indicatore principale dell'intensità dello stimolo allenante e di un a buona funzionalità del sistema cardiovascolare. È strettamente legata al consumo di ossigeno e quindi ai substrati energetici che il soggetto utilizza durante la performance. Esistono diversi tipi di strumenti e software per monitorare questo parametro. Abbiamo deciso di utilizzare il sistema Polar Club, leader mondiale del settore, per la sua funzionalità e duttilità. Con questo sistema potrai infatti monitorare non solo l'allenamento, ma anche la tua attività quotidiana, il tuo sonno, i tuoi allenamenti outdoor, tutti parametri fondamentali per la nostra consulenza professionale, che saranno salvati automaticamente nel tuo profilo in cloud Polar Flow e a cui potremo insieme accedere in ogni momento. Questo porterà l'allenamento anche nella tua quotidianità, permettendoci di erogare una consulenza a 360° e farti raggiungere tutti i risultati prefissati. Leggi tutto...

certificate2

Macchine resistenza pneumatica

Per ottimizzare il tuo allenamento abbiamo selezionato una linea di macchinari di ultima generazione in Italia, che sostituisce il classico pacco pesi con un innovativo sistema ad aria compressa. Le macchine sono dotate di un piccolo cilindro pneumatico grazie al quale la resistenza arriva a produrre oltre 250 kg di forza con soli 4 kg di massa in movimento. Come in un lavoro con i pesi, l'aria fornisce resistenza attiva e passiva ma con una significativa riduzione degli impatti articolari presenti al momento dell'accelerazione e rallentamento del peso. In base ad alcune leggi fondamentali della fisica, un chilogrammo non è sempre un chilogrammo. Quando si pensa al ferro, sotto forma di bilanciere o pila di pesi, si immagina che esso rappresenti una particolare resistenza. Così è, ma solo quando è fermo o si muove a una velocità costante. Una volta in movimento, i cambiamenti della velocità del movimento modificano anche questa resistenza. Il cuore di questo sistema è un compressore che fornisce una fonte d'aria compressa alla macchina. Premendo il pulsante "+" sul quadro dei comandi l'aria passa dal compressore al cilindro; più a lungo si tiene premuto il pulsante più aria entra nel cilindro e più aumenta la forza che produce. Una volta raggiunta la resistenza desiderata, lasciando il pulsante l'aria viene in trappolata nel cilindro. Durante l'allenamento, per rilasciare l'aria e ridurre la resistenza basta tenere premuto il pulsante "-" sul quadro dei comandi. Sembra una procedura lunga, in realtà si esegue con le stesse tempistiche della selezione di un carico su un comunissimo macchinario isotonico per l'allenamento fitness. La tecnologia pneumatica Keiser, usata da vent'anni a livello internazionale da sportivi, preparatori atletici, squadre di calcio e centri di riabilitazione, è riconosciuta come soluzione perfetta per un allenamento neuromuscolare intenso e attento alle articolazioni e al tessuto connettivo. In Italia questa soluzione viene adottata in pochissime realtà, principalmente nel settore sportivo d'elite, da squadre di calcio di Serie A e in pochissimi centri del settore fitness. Leggi tutto...

Le migliori tecnologie

Avvalendoci delle ultime tecnologie misuriamo e raccogliamo dati per costruire un processo metodologico altamente scientifico nel settore dell'allenamento fisico.

Soluzioni di allenamento mirate

Proponiamo una serie di soluzioni dedicate e pensate per le tue esigenze specifiche, e per farti raggiungere gli obiettivi di allenamento o recupero che ci prefissiamo insieme.

Consigli alimentari

Ottimizzeremo insieme il tuo percorso di allenamento, grazie alla collaborazione con Nutrizione Sana, che ti accompagnerà nella gestione delle tue abitudini alimentari.

Osteopatia

Integreremo i programmi di recupero post infortunio o di miglioramento posturale intervenendo anche sui problemi di tipo muscolo-scheletrico, grazie ai nostri osteopati, la dottoressa Vanessa Viel ed il dottor Luca Bertan.